Crea sito

Utilizzo e proprietà curative della pianta

Gli estratti acquosi hanno proprietà stomachiche, antispasmodiche, ipotensive, antipiretiche ed emostatiche, inoltre possono essere impiegati nei bagni per i loro effetti calmanti e lenitivi della pelle e delle mucose. L’ olio essenziale serve a preparare creme e shampoo. Nella medicina popolare veniva usata come tonico, carminativo, febbrifugo, antispasmodico, astringente, cicatrizzante e contro le emoraggie mesturali.

In erboristeria viene utilizzata con la tintura madre,estratto fluido o sciroppo,nel trattamento delle emorroidi,tosse, coloche,palpitazioni,ulcere varicose,atonia in testinale, dispepsia nervosa,gastrite.

In Omeopatia viene utilizzata nel trattamento dei problemi legati al ciclo,amenorrea,metrorragie della menopausa, dismenorrea,antispasmodico del tratto digestivo,nelle inappetenze e nei disturbi digestivi,emottisi,febbre.
Il rimedio omeopatico viene ricavato dalla pianta fresca,e fù introdotto da Hartlaub nella prima metà dell'ottocento.

Principi attivi

Questa pianta contiene oli essenziali,tannini, triterpeni,steroli, sali minerali, resine, cumarine, zuccheri,alcaloidi, aminoacidi, acidi,polifenoli,salicilati,ed una sostanza amara,l'achilleina.


Osservazioni e Curiosità

¹La direttiva del Ministero della Salute (dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari le sostanze e gli estratti vegetali di questa pianta in particolare cita herba c. floribus, capitula,oleum.
Riferimento per gli effetti : herba c. floribus, capitula,per la funzione digestiva. Regolare motilità gastrointestinale ed eliminazione dei gas. Circolazione venosa. Contrasto dei disturbi del ciclo mestruale.

Oleum,per il contrasto dei disturbi del ciclo mestruale. Funzionalità digestiva ed epatica. Benessere di naso e gola.

Il nome Achillea deriva dal latino achille,cioè,pianta di Achille che,secondo la leggenda,ne avrebbe appreso l'uso per curarsi le ferite dopo le battaglie.

² Achille alla corte del re Licomede, dettaglio. Marmo, opera ateniese, ca. 240 d.C

² Ritratto di Carl von Linné (Linneo)
Il primo a descrivere e a classificare la specie fu Carl von Linné (Linneo),il padre della moderna classificazione biologica e scientifica degli organismi viventi, così come la conosciamo oggi.

Proprietà medicinali della pianta

Le proprietà di questa pianta sono
vulnerarie
toniche
astringenti
sudorifere
digestive
antipiretiche
cicatrizzanti
emostatiche

Descrizione Botanica e profilo pianta

L'Achillea millefolium è una pianta erbacea rustica,rizomatosa, cespitosa,perenne, che cresce spontanea in tutte le regioni italiane, soprattutto nei prati e di cui esistono molte sottospecie.
I fusti possono raggiungere un'altezza di 30-70 cm, sono eretti, striati, pubescenti e ramificati all’apice.
Le foglie hanno un'odore aromatico, sono alterne, pelose, molto frastagliate e molli. Quelle alla base sono picciolate e molto più lunghe di quelle cauline.
I fiori sono piccoli e dotati di 4-6 ligule di colore variabile dal bianco al rosa intenso e sono riuniti in infiorescenze che formano dei corimbi compatti terminali. La fioritura avviene da giugno a settembre. Produce un frutto,l' achenio.
L'Achillea millefolium appartiene alla famiglia delle ASTERACEAE

Habitat

Pianta molto tollerante che vive bene nei climi temperati o temperato freddi, ma che riesce a superare i freddi invernali e la siccità.
E’ una pianta poco esigente.Il suolo può essere sia acido che calcareo,anche se preferisce suoli ben drenati.

Nomi comuni

Millefoglio montano
Sanguinella
Erba formica

Sinonimi botanici

Achillea borealis
Achillea cuspidata
Millefolium officinale
Santolina millefolium
.

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione scientifica

Regno: Plantae
Divisione: Magnolyophita
Classe: Magnoliopsida
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Genere: Achillea
Specie: Achillea millefolium

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica: H - scap (Emicriptofita scaposa):
sono le Emicriptofite (simbolo H),cioè pianta erbecea con ciclo vitale annuale o biennale con gemme svernanti a livello del suolo protette da una lettiera o dalla neve.
Scaposa (simbolo Scap):piante che hanno un'asse fiorale eretto ed il più delle volte privo di foglie.

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica: Eurosiberiano
piante con areale tipico dei climi freddi (sudeuropeo-sudsiberiano, eurosiberiano).




ATTENZIONE !!
Usate sempre con cautela e solo su prescrizione e controllo del medico o dell’erborista.
Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a solo titolo indicativo,e non costituiscono nessun tipo di consulto,prescrizione o ricetta medica.
Erbe.altervista.org non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati.
La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.

(1)Questi dati sono riportati a puro scopo informativo, non vengono aggiornati e possono cambiare e subire variazioni nel tempo..
(2)Pubblico dominio