Crea sito

Utilizzo e proprietÓ curative
Lavandula officinalis

A questa pianta sono riconosciute anche le proprietÓ di sedare la tosse, favorire l'espettorazione, attenuare gli eccessi di asma. In forma di Tisana la Lavanda fluidifica la bile e aiuta il fegato.

I fiori, privi del peduncolo, si utilizzano in Infuso :come disinfettante delle vie urinarie, per combatte il mal di testa di origine nervosa e le vertigini.
Sempre i fiori per uso esterno in Tintura: come blando disinfettante della pelle e delle mucose boccali.

L' Olio essenziale, ottenuto per distillazione in corrente di vapore, ha un potere battericida ed antinfiammatorio e per questo torna utile nelle affezioni infettive dell'apparato respiratorio, digerente (diarree infettive e coliti, enteriti, vermi intestinali e parassiti), urogenitale ( perdite vaginali, cistiti, malattie veneree ) della bocca (ascessi afte gengiviti ) e della pelle ( ferite, piaghe scottature, foruncoli ,eritemi, infezioni ). Ottimo come deodorante personale e degli ambienti, ottimo per preparazioni cosmetiche per tutti i tipi di capelli e di pelle.

In Aromaterapia viene ricavata,dai fiori, l'essenza per distillazione,e viene utilizzata come analgesico e stimolante i processi di rigenerazione dei tessuti,disturbi del sonno,mestruazioni dolorose, infiammazioni vaginali,dolori muscolari,cefalee,sciatalgia.
In Aromaterapia la simbologia planetaria di questa pianta Ŕ la Luna e Mercurio.

³ Viene prodotto un miele di colore bianco, odore gradevole e profumato, sapore delicato, consistenza untuosa, si pu˛ utilizzare anche per applicazioni esterne in caso di bruciature, punture d'insetti, piaghe infette; Ŕ infatti un ottimo battericida e anti-settico, consigliabile pure in caso di malattie infettive. Anche come diuretico, vermifugo e in caso d'insonnia.



Osservazioni e CuriositÓ

¹ La direttiva del Ministero della Salute (dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari le sostanze e gli estratti vegetali di questa pianta,in particolare cita flos, summitas c. floribus,oleum.
Riferimento per gli effetti : flos, oleum,per il rilassamento in caso di stress; sonno. Normale tono dell'umore. Funzione digestiva. Regolare motilitÓ gastrointestinale ed eliminazione dei gas.

² Ritratto di Plinio il vecchio
In epoca romana Plinio ne decantava le proprietÓ curative.

Questa pianta era giÓ utilizzata nei tempi antichi dai Greci,che la usavano per la loro igene personale.

Il primo a descrivere e a classificare la specie fu il prete botanico Dominique Chaix

ProprietÓ medicinali
Lavandula officinalis

Le proprietÓ di questa pianta sono
aromatiche
purificanti
antisettiche
sedative
antispasmodiche
antireumatiche
antinfiammatorie
antisettiche
cicatrizzanti

Descrizione Botanica e profilo pianta

La Lavandula officinalis Ŕ una pianta perenne alta da 40 a 100 cm,con fusto legnoso alla base. Ha foglie sessili lanceolate ed opposte. Sono di consistenza coriacea.

I fiori della Lavanda sono piccoli e di un colore azzurro-violetto intenso. Sono raccolti in verticilli che formano dei lunghi spicastri portati alla fine di sottili peduncoli. Il calice Ŕ tubuloso e tormentoso mentre la corolla Ŕ bilabiata, con labbro superiore bilobato e quello inferiore trilobato.

I frutti sono piccoli tetracheni oblunghi lucidi.

Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae .


Habitat

Pianta originaria delle Regioni mediterranee.In Italia viene comunemente coltivata.Fiorisce da Giugno a Settembre.

Nomi comuni

Lavanda officinale
Lavanda vera


Sinonimi botanici

Lavandula vera
Lavandula spica L. var augustifolia


Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione scientifica

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Lamiales
Famiglia: Lamiaceae
Genere: lavandula
Specie : Lavandula officinalis

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica:NP (Nano-fanerofita) :
sono le Fanerofite (simbolo P),piante legnose con gemme svernanti poste a pi¨ di 30 cm dal suolo.In particolare le Nano-fanerofita hanno le gemme poste anche a due metri di altezza..

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica: W-Steno-Mediterraneo:
specie con areale limitato alle coste mediterranee con un periodo secco estivo.




ATTENZIONE !!
Usate sempre con cautela e solo su prescrizione e controllo del medico o dellĺerborista.
Le proprietÓ e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a solo titolo indicativo,e non costituiscono nessun tipo di consulto,prescrizione o ricetta medica.
Erbe.altervista.org non garantisce sulla validitÓ dei contenuti qui riportati.
La vostra verifica indipendente Ŕ sempre raccomandata.

(1)Questi dati non vengono aggiornati e possono cambiare e subire variazioni nel tempo.
(2)Pubblico dominio
(3)Tratto da Mille piante per guarire dal Cancro senza CHEMIO del Dott.Giuseppe Nacci