Crea sito

Utilizzo e proprietà curative
Calendula arvensis

Questa pianta veniva utilizzata dalla medicina popolare per trattare le scottature lievi,le ferite,per stimolare la circolazione,ulcere,eczemi,come cicatrizzante.Internamente contro i disturbi gastrici,l'itterizia.

La Calendula arvensis ha proprietà molto simili alla
Calendula officinalis.

Il genere Calendula è una delle piante più versatili e conosciute in Erboristeria.
Viene utilizzata esternamente per trattare problemi di pelle,come punture di insetti,per distorsioni, ferite e vene varicose. Internamente viene utilizzata come disintossicante,contro la febbre e infezioni.

Le foglie sono ricche di vitamine e minerali,molto simili come valore nutrizionale al Taraxacum officinalis.

I fiori e i suoi boccioli vengono utilizzati anche come rimedio Omeopatico.
Si possono trovare delle preparazioni farmaceutiche in estratto fluido,tintura madre,estratto secco nebulizzato.
Contiene saponine, resine,flavonoidi,beta carotene, licopene, luteina.

Osservazioni e Curiosità

¹La direttiva del Ministero della Salute (dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari gli estratti vegetali di questa pianta in particolare cita capitula..
Riferimento per gli effetti : capitula,per l'azione emolliente e lenitiva: funzionalità del mucosa orofaringea e tono della voce. Contrasto dei disturbi del ciclo mestruale. Funzionalità del sistema digerente. Trofismo e funzionalità della pelle.

² Ritratto di Sébastien Vaillant
Il primo a descrivere e a classificare la specie fu il botanico francese Sébastien Vaillant .

² Ritratto di Carl von Linné (Linneo)
Successivamnete il botonico svedese Carl von Linné (Linneo),modificó il binomio, attribuendo la specie ad un genere diverso.

Può provocare emolisi (rottura della membrana dei globuli rossi).
Nel linguaggio dei fiori simboleggia la sofferenza e il dolore.

Proprietà medicinali
Calendula arvensis

A questa pianta vengono attribuite proprietà
antisettiche
antispasmodiche
lassative
astringenti
stimolanti
cicatrizzanti
callifughe

Descrizione Botanica e profilo pianta

La Calendula arvensis,o Fiorrancio selvatico, è una pianta erbacea annuale con radice fittonante e fusto ramificato.

Ha foglie pelose,di colore verde chiaro.Sono alterne,ovali,lanceolate ed irregolarmente dentellate.

I fiori sono di colore arancio e sono molto numerosi,disposti in capolini solitari.

Appartiene alla famiglia delle Asteraceae.

Habitat

Vegeta in Europa, Asia occidentale, Africa settentrionale.
È una pianta infestante delle colture arboree, e della vite.Vegeta nei terreni incolti,lungo le strade e i sentieri.

Nome comune

Fiorrancio selvatico
Cappucina dei campi.

Sinonimi botanici

Caltha arvensis
Calendula officinalis subsp. arvensis

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione scientifica

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Genere: Calendula
Specie: Calendula arvensis

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica: T - scap (Terofita scaposa):
Terofite (simbolo T),cioè sono quelle piante erbacee annauli che superano la stagione avversa sotto forma di seme.
Scaposa (simbolo Scap):sono quelle piante con fusto eretto il più delle volte privo di foglie.

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica: Euro - Mediterranee :
piante con areale sulle coste mediterranee, ma può anche estendersi sia verso nord che verso est.




ATTENZIONE !!
Usate sempre con cautela e solo su prescrizione e controllo del medico o dell’erborista.
Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a solo titolo indicativo,e non costituiscono nessun tipo di consulto,prescrizione o ricetta medica.
Erbe.altervista.org non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati.
La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.

(1)Questi dati sono riportati a puro scopo informativo,non vengono aggiornati e possono cambiare e subire variazioni nel tempo.
(2)Pubblico dominio