Crea sito

Utilizzo e proprietà curative
Cnicus benedictus

Per uso interno veniva utilizzato dalla mecinia popolare, con l' Infuso, o con la Tintura, come depurativo,diuretico,favorire la digestione,come stimolante l'appetito.
Per uso esterno veniva usato per detergere le ferite.

In erboristeria e fitoterpia viene utilizzato come stimolante la digestione,come diuretico e depurativo.

Pianta molto utilizzata nel Medioevo,come pianta in grado di trattare diverse malattie,tra cui la peste.
Per le sue proprietà amaro-toniche viene utilizzato nella preparazione di digestivi e vermouth.

Contiene calcio,magnesio,sali di potassio,tannini,glucosidi amari,mucillaggini,olio essenziale, vitamina A.

Osservazioni e Curiosità

¹ La direttiva del Ministero della Salute (dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari gli estratti vegetali di questa pianta in particolare cita folium, fructus, herba c.floribus, summitas.
Ruferimento per gli effetti : folium, herba c floribus, summitas,per la funzionalità digestiva ed epatobiliare. Eliminazione dei gas intestinali. Fluidità delle secrezioni bronchiali.

² Ritratto di Carl von Linné (Linneo)
Il primo a descrivere e a classificare la specie fu Carl von Linné (Linneo),il padre della moderna classificazione biologica e scientifica degli organismi viventi, così come la conosciamo oggi.

Può provocare nause e vomito a dosi eccessive.

Proprietà medicinali
Cnicus benedictus

A questa pianta vengono attribuite proprietà
aperitive
diaforetiche
digestive
amaro-toniche
diuretiche
emetiche
stimolanti

Descrizione Botanica e profilo pianta

Il Cnicus benedictus,o Cardo benedetto,è una pianta erbacea annuale, con fusti eretti e ramificati all'apice.

I fiori,tubulosi, sono solitari portati all'apice dei fusti.Sono di colore giallastro con nervature violastre.

Ha foglie coricee,pelose,munite di spine marginali.Quelle basali sono portate da un corto picciolo,sono grandi con lobi trinagolari dentati.Le cauline sono sessili con nervatura biancastra.Quelle apicali avvolgono completamente il capolino.

Appartiene alla famiglia delle ASTERACEAE.

Habitat

Pianta originaria del bacino del mediterraneo.Nel nostro paese è spontaneo nell'Italia centro meridionale,vegeta negli incolti, nei campi,tra i ruderi,in luoghi sabbiosi.

Nome comune

Cardo benedetto
Cardo santo


Sinonimi botanici

Centaurea benedicta
Carduus benedictus

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione scientifica

Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta
Superdivisione: Spermatophyta
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Genere: Cnicus
Specie: Cnicus benedictus

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica: T - scap (Terofita scaposa):
Terofite (simbolo T),cioè sono quelle piante erbacee annauli che superano la stagione avversa sotto forma di seme.
Scaposa (simbolo Scap):sono quelle piante con fusto eretto il più delle volte privo di foglie.

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica: W-Mediterraneo-Montano:specie con areale caratteristico di specie esistenti soltanto o limitato alle coste mediterranee,o parte di esse, in ambiti montani.




ATTENZIONE !!
Usate sempre con cautela e solo su prescrizione e controllo del medico o dell’erborista.
Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a solo titolo indicativo,e non costituiscono nessun tipo di consulto,prescrizione o ricetta medica.
Erbe.altervista.org non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati.
La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.

(1)Questi dati sono riportati a puro scopo informativo,non vengono aggiornati e possono cambiare e subire variazioni nel tempo.
(2)Pubblico dominio