Crea sito

Utilizzo e proprietà curative
Morus alba

Per uso interno la medicina popolare utilizzava le foglie in Infuso, nel trattamento del raffreddore, influenza, infezioni agli occhi,sanguinamenti del naso.

In erboristeria e fitoterapia vengono utilizzate le gemme da cui si ricava l'estratto meristematico che viene utilizzato come ipoglicemizzante.

Nella medicina tradizionale Cinese viene utilizzato come diuretico
ipotensivo,epatoprotettore.

Il frutto è commestibile ma poco gustoso,contine proteine,grassi e carboidrati.Se consumate mature hanno proprietà lassative,mentre acerbi i frutti sono astringenti.

Contiene manganese,rame,zinco,tannini,flavonoidi,glucidi,aminoacidi,acido folico,acido folinico,antocianosidi ,acidi organici.

Osservazioni e Curiosità

¹ La direttiva del Ministero della Salute (Dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari gli estratti vegetali di questa pianta in particolare cita cortex ex radicibus,folium,radix, ramulus.
Riferimento per gli effetti : cortex ex radicibus, folium, fructus per la funzionalità nella regolarità del transito intestinale,il drenaggio dei liquidi corporei e funzionalità delle vie urinarie,il metabolismo dei carboidrati,la fluidità delle secrezioni bronchiali,la regolarità della pressione arteriosa.
Il ramulus per la funzionalità nella regolarità della pressione arteriosa,la funzionalità articolare,il contrasto stati tensione localizzati.

² Ritratto di Gaius Plinius Secundus Il Gelso era già descritto da Plinio,che consigliava i frutti acerbi come antiemorragico,mentre quando erano maturi li consigliava per il mal di gola e i problemi di stomaco.

² Ritratto di Carl von Linné (Linneo)
Il primo a descrivere e a classificare la specie fu Carl von Linné (Linneo),il padre della moderna classificazione biologica e scientifica degli organismi viventi, così come la conosciamo oggi.

Proprietà medicinali
Morus alba

A questa pianta vengono attribuite proprietà
antibatteriche
astringenti
diaforetiche
ipoglicemizzanti
antireumatiche
antispasmodiche
diuretiche
ipotensive

Descrizione Botanica e profilo pianta
Morus alba

Il Morus alba è una pianta piuttosto rustica,con foglie decidue con margine dentato,da ovate a rotonde,di colore verde brillante.
La sua corteccia è di colore arancione - marrone. Il suo frutto, (chiamato sorosio ), può essere bianco,rosato o rosso ,disposto a grappoli.

I fiori sono di colore giallo-verdi,e sono disposti a grappoli.

Appartiene alla famiglia delle Moraceae.

Il Morus alba è una Latifoglia e come tale ha gli ovuli chiusi da un ovario e con semi raccolti in un frutto.Gli ovuli si trasformano in semi dopo la fecondazione. Vengono definite Latifoglie piante,arbusti o erbacee con la caratteristica di avere le foglie larghe,indipendentemente dalla loro forma. Sono anche chiamati Caducifoglie,perchè ogni anno perdono le foglie,con alcune eccezioni.
Queste vengono classificate come Angiosperme,che comprende circa 230.000 specie,che sono a loro volta suddivise in due classi chiamate dicotiledoni e monocotiledoni.
La caratteristica distintiva di questa piante è l'organo riproduttivo,il fiore,che svolge la sua azione con la produzione dei semi.

In nome Angiosperme deriva dal greco aengeion,che significa involucro, e da sperma,che significa seme.

Habitat

Viene coltivato per le sue foglie,che sono il nutrimento dei bachi da seta.È originario della Cina orientale e centrale.

Nome comune

Gelso bianco
Gelso comune

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione scientifica

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Urticales
Famiglia: Moraceae
Genere: Morus
Specie: Morus alba

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica: P - scap (Fanerofite arboree):
sono le Fanerofite (simbolo P),cioè piante perenni legnose con gemme svernanti poste ad un'altezza dal suolo maggiore di 30 cm.
Arboree (simbolo Scap:cioè piante legnose con portamento arboreo.

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica: Avventizie coltivate :
sono quelle piante provenienti da altre regioni che sono state introdotte e coltivate dall'uomo per scopi ed usi economici, ornamentali o medicinali.




ATTENZIONE !!
Usate sempre con cautela e solo su prescrizione e controllo del medico o dell’erborista.
Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a solo titolo indicativo,e non costituiscono nessun tipo di consulto,prescrizione o ricetta medica.
Erbe.altervista.org non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati.
La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.

(1)Questi dati sono riportati a puro scopo informativo,non vengono aggiornati e possono cambiare e subire variazioni nel tempo.
(2)Pubblico dominio : Questa immagine è nel pubblico dominio perché il relativo copyright è scaduto,o è stata rilasciata nel pubblico domino dal suo autore.