Crea sito

Utilizzo e proprietà curative
Salvia officinalis

La medicina popolare utilizzava le foglie per uso interno in Infuso o Tintura vinosa, come digestivo,contro la tosse e l'asma.
Per uso esterno la utilizzava con l' infuso, contro le irritazioni delle gengive,della bocca,della gola e dell' epidermide.

In erboristeria e naturopatia viene utilizzata la tintura madre contro i tremori e le vertigini,i disturbi della menopausa,assenza del flusso mestruale, mestruazione dolorosa,cattiva digestione.

Le foglie sono molto aromatiche e sono molto usate nella nostra cucina tradizionale.
Contiene come principi attivi un'olio essenziale, tannini, saponosidi e colina.

Osservazioni e Curiosità

¹ La direttiva del Ministero della Salute (dicembre 2010), consente di inserire negli integratori alimentari le sostanze e gli estratti vegetali di questa pianta,in particolare cita folium, oleum.
Riferimento per gli effetti : folium, oleum,per la funzione digestiva. Eliminazione dei gas intestinali. Contrasto dei disturbi della menopausa. Regolarità del processo di sudorazione. Benessere di naso e gola. Antiossidante. Tonico. Stanchezza fisica e mentale.

² Ritratto di Carl von Linné (Linneo)
Il primo a descrivere e a classificare la specie fu Carl von Linné (Linneo),il padre della moderna classificazione biologica e scientifica degli organismi viventi, così come la conosciamo oggi.

Il suo nome deriva dal latino salvus,che significa salvo o sano.

I romani la ritenevano un'erba sacra.Era credenza,nel Medioevo,che fosse una pianta magica.
Pianta utilizzata dalgi antichi Egizi per l´imbalsamazione.

³Dalle foglie di Salvia officinalis sono stati isolati Flavonoidi, Fenoli, acidi ossitriterpenici, Diterpeni, Tannini catechici, alfa e beta-Pinene, Canfene, beta-Mircene, alfa-Terpiene, Limonene, Eucaliptolo, gamma-Terpinene, Linalolo, etc..Induce apoptosi in epatocarcinoma e altri tumori.

Proprietà medicinali
Salvia officinalis

Le proprietà di questa pianta sono
eupeptiche
digestive
colagoghe
balsamiche
espettoranti
antisettiche
antinfiammatorie
emmenogoga
ipoglicemizzanti

Descrizione Botanica e profilo pianta

La Salvia officinalis è una pianta suffrutice sempreverde alta 50-60 cm, con fusto di forma quadrangolare, eretto, ramificato ed interamente pubescente.

Le foglie sono opposte, lunghe e lanceolate. Il lembo della foglia è rugoso, pubescente e presenta margine crenato. Le foglie inferiori sono picciolate, mentre quelle superiori sono piccole, bratteiformi e caduche.
I fiori sono di colore bianco-violaceo,qualche volta di colore rosei.

Al questo genere appartengono circa 500 specie diverse, molte delle quali sono spontanee nel bacino del Mediterraneo.
Il suo nome deriva dal latino salvus,che significa sano,salvo,o salus, che significa salute.

Nel linguaggio dei fiori è considerata la pianta dell’immortalità, poiché le si riconoscevano poteri per conferire la longevità.

Habitat

La Salvia è una pianta piuttosto rustica che vive bene se esposta in pieno sole. In genere il suo aerale di coltivazione arriva fino ai 900 m di altitudine.Difficilmente sopravvive negli ambienti con inverni lunghi e freddi. È una pianta che può essere coltivata anche in vaso.Gradisce una buona circolazione dell'aria.
Fiorisce dalla primavera e per tutta l'estate.
La moltiplicazione può avvenire per seme o per talea.
Si semina al coperto all’inizio della primavera tenendola al coperto e aumentando l'esposizione al sole man mano che le piantine germogliano.

Nomi comuni

Salvia
Erba sacra


Sinonimi botanici

Salvia major Bauh.
Salvia latifolia I.B. Ray

Tassonomia biologica e Sistematica
Classificazione scientifica

Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Lamiales
Famiglia: Lamiaceae
Genere: Salvia
Specie :Salvia officinalis

Origine e appartenenza Biologica
Sistema Raunkiaer

Forma biologica:Ch - suffr (Camefita suffruticosa) :
sono le Camefite (simbolo Ch),cioè piante perenni e legnose alla base, con gemme svernanti poste ad una certa altezza dal suolo,tra i 2 ed i 30 cm.

Suffruticosa (simbolo suffr):sono le parti erbacee che seccano ogni anno,ma rimane in vita la parte legnosa.

Distribuzione geografica

Fitogeografia corologica:N-Mediterraneo - Montano:
areale caratteristico di specie esistenti soltanto attorno al bacino Mediterraneo,o parte di esso in ambiti montani.




ATTENZIONE !!
Usate sempre con cautela e solo su prescrizione e controllo del medico o dell’erborista.
Le proprietà e le indicazioni erboristiche delle piante sono riportate a solo titolo indicativo,e non costituiscono nessun tipo di consulto,prescrizione o ricetta medica.
Erbe.altervista.org non garantisce sulla validità dei contenuti qui riportati.
La vostra verifica indipendente è sempre raccomandata.

(1)Questi dati sono riportati a puro scopo informativo, non vengono aggiornati e possono cambiare e subire variazioni nel tempo.
(2)Pubblico dominio
(3)Da Mille piante per guarire dal cancro senza chemio,del Dott.Giuseppe Nacci